Quadria Engineering

 

QUADENT v. 6.0
INSTALLAZIONE DELL'AMBIENTE OPERATIVO
NON USARE CON VERSIONI PRECEDENTI LA 5.0

Queste operazioni devono essere eseguite su tutte le macchine della rete UNA volta soltanto perché riguardano l'installazione delle librerie di base necessarie al corretto funzionamento di Quadent v. 6.0.

Le librerie sono le ultime disponibili al momento della pubblicazione ma il programma di installazione ne verifica la data al momento dell'inserimento e, nel caso trovi che le librerie presenti siano più recenti, ne chiede espressamente la loro sovrascrittura.

Quadent v. 6.0 è stato intieramente riscritto utilizzando la tecnologia a 32 bit quindi non è più possibile utilizzarlo in ambienti ibridi come Windows 95. I test sono stati eseguiti su Windows 98 II° Edition e su Windows 2000. Pur non avendolo testato non abbiamo notizie di errato funzionamento su Windows ME e su Windows XP.

L'installazione dell'ambiente a 32 Bit non pregiudica il corretto funzionamento di Quadent v.5.0.

Ciò significa che, sullo stesso PC possono coesistere entrambe le versioni.

ISTRUZIONI SULLA INSTALLAZIONE DELL'AMBIENTE A 32 BIT. RELATIVO ALLA VERSIONE 6.0

AGGIORNAMENTO AMBIENTE
Scaricare il programma AGG526.ZIP in una DIR locale. (chiamata C:\APPO nel prosieguo)
Decomprimetelo e scegliere la stessa APPO come DIR di destinazione dei files decompressi.
Dalla riga di comando eseguire SETUP.EXE (Start\Esegui\Sfoglia\C:\APPO\SETUP.EXE)
Inizia il processo di installazione delle librerie.
Se le librerie di base installate sul PC sono antecedenti quelle contenute nel AGG526 allora, dopo l'installazione preliminare, viene richiesto di riavviare Windows.
Procedere nell'installazione e rispondere ai messaggi che compaiono tenendo presente che, se viene richiesto di sovrascrivere una libreria recente con una più vecchia, rispondere di no.
Ultimata l'installazione delle librerie, nella DIR scelta all'inizio, come destinazione, si trova il programma AGGIORNA.EXE. Con Gestione Risorse mettetelo in esecuzione e comparirà un pannello con il nome dello Studio e la licenza d'uso.
Se si legge correttamente allora significa che tutto è andato a buon fine, altrimenti ripetere le operazioni.

Ai fini dell'aggiornamento è obbligatorio installare le librerie su un PC che abbia già installato e funzionante Quadent v. 5.0 in modo tale che, dopo l'aggiornamento, Quadent continui a funzionare correttamente. Questo permette di convertire il Database di Lavoro e Storico con i nuovi tracciati.

DUPLICAZIONE PROGRAMMI E AGGIORNAMENTO DATABASE
Generare una Direttrice e chiamarla Quadent6 (Es. DOS   C:\>MD Quadent6 )
Copiare tutto il contenuto della Dir di Quadent5 nella Dir di Quadent6

Esempio DOS
C:\>CD Quadent6
C:\Quadent6>XCOPY C:\Quadent5\*.* /s

Invece che i comandi DOS potete usare Esplora Risorse di Windows l'importante è che al termine di questa operazione dovete avere la DIR di Quadent5 e la DIR di Quadent6 assolutamente uguali.

Scaricare il programma AGG5T6.ZIP dentro una cartella di appoggio e decomprimetelo (anche la APPO gia creata). Verificate la coerenza del DataBase di partenza e di destinazione e mettetelo in esecuzione. Questo programma provvede a convertire i DataBase attuali nella nuova struttura ed a generare i nuovi campi Euro. Inoltre converte il valore di ogni operazione nel relativo importo Euro e lo scrive nel campo di competenza.

Adesso siete pronti a caricare i programmi aggiornati. Da adesso in avanti non dovete più accedere a questa pagina ma dovete prendere in considerazione i programmi contenuti nella pagina di aggiornamento di Quadent v. 6.0. Salvo diversa disposizione, ogni programma deve sovrascrivere il precedente. Prestate particolare attenzione ai reports che hanno una loro sotto/direttrice e ad eventuali immagini contenute nella sotto/direttrice /bitmap.

Dopo lo scarico del programma iniziale Quadent6.exe (unico programma a non sovrascrivere il precedente ex Quadent5.exe) potete accedere al nuovo programma usando l'icona presente sul desktop. Visitate con frequenza la pagina degli aggiornamenti e mantenete aggiornato il Vostro sistema informativo.

Per le applicazioni in rete applicate le stesse regola eccetto la conversione del DataBase.

Se usate più di un DataBase dovete convertirli tutti.